Strumenti personali
» Volontariato e Servizio Civile » Servizio Civile Universale
Azioni sul documento

Servizio Civile Universale

Che cos’è

Il servizio Civile Universale viene istituito dalla Legge Nazionale n. 64 del 6 marzo 2001 ed offre la possibilità ai ragazzi e alle ragazze dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno a favore di un impegno solidaristico.

Il servizio civile volontario garantisce infatti ai giovani una forte valenza educativa e formativa, è una importante occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva.

Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio Civile Volontario, sceglie di aggiungere al proprio bagaglio di conoscenze un'esperienza importante, sicuramente spendibile e che potrebbe diventare, in futuro, opportunità di lavoro.

Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il servizio civile sono riconducibili a quattro ambiti:

  • Assistenza. Settori: assistenza, cura e riabilitazione, reinserimento sociale e prevenzione
  • Ambiente e protezione civile. Settori: protezione civile, difesa ecologica, tutela ed incremento del patrimonio forestale, salvaguardia e fruizione del patrimonio forestale
  • Cultura ed educazione. Settori: promozione culturale, educazione, salvaguardia del patrimonio artistico
  • Estero. Settori: formazione in materia interventi post conflitti, interventi peacekeeping, cooperazione di commercio internazionale, cooperazione decentrata
Nello specifico

La durata del servizio è di 8 a 12 mesi, a seconda del progetto. L'orario, stabilito dall'ente, è distribuito su 5 o 6 giorni per 25 ore settimanali di servizio. Ai volontari spetta un rimborso di € 439,50 mensili lordi, corrisposto dall'Ufficio nazionale per il Servizio Civile.

Per il servizio svolto all’estero è prevista anche un’indennità giornaliera il cui valore varia in relazione all’area geografica, nonché il vitto e l’alloggio.

I volontari sono coperti da assicurazione per i rischi connessi alle attività svolte nell'ambito del progetto. Ai fini previdenziali il periodo prestato in qualità di volontario è riconosciuto ai sensi dell'art. 49 della legge 153/1969.

Alcuni progetti prevedono il riconoscimento da parte delle Università di crediti formativi per l'attività prestata nel corso del servizio.

Al termine del servizio l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile rilascia un attestato di espletamento del Servizio Civile Volontario.  

Come partecipare

I bandi vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi. Sul sito www.serviziocivile.gov.it, i candidati scelgono l’ente, la sede e il progetto e presentano domanda di partecipazione direttamente all’ente titolare del progetto prescelto attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo: https://domandaonline.serviziocivile.it. Per poter accedere alla piattaforma dovrai attivare lo SPID (la tua identità digitale). Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Attenzione! Si può presentare domanda per un solo progetto tra quelli indicati nei singoli bandi utilizzando il modulo allegato al bando.

Tutti i candidati sostengono una selezione che è effettuata direttamente dall’ente che realizza il progetto e si basa su un colloquio attitudinale e sui titoli posseduti.