Strumenti personali
» Lavoro » Tirocini formativi, di orientamento e inserimento/reinserimento lavorativo
Contatti

Progetto Giovani Valdagno
c/o Sportello Informagiovani
Palazzo Festari C .so Italia 63 - 36078 Valdagno (Vi)
tel: 0445 405308
fax: 0445 401748
email: info@progettogiovanivaldagno.it

Orario di apertura Sportello Informagiovani::
Martedì: 9.30 - 12.30
Mercoledì e Giovedì: 16.30 - 19.00
Venerdì: 10.00 - 17.00

Web 2.0
 
Azioni sul documento

Tirocini formativi, di orientamento e inserimento/reinserimento lavorativo

— archiviato sotto:

Il tirocinio è un'esterienza lavorativa e formativa temporanea, che non costituisce un rapporto di lavoro, ma è finalizzata a consentire alle persone che li svolgono di inserirsi per un certo periodo in un ambiente di lavoro, sperimentandone in modo concreto la realtà.
Si tratta di una vera opportunità per acquisire competenze tecniche, professionali e sociali attraverso un progetto formativo individuale sottoscritto dal soggetto promotore, dal soggetto ospitante e dal tirocinante.

Le recenti disposizioni regionali in materia (Dgr. n. 337 del 06 marzo 2012 e Dgr n. 1324 del 23.07.2013) regolamentano alcune tipologie di tirocini, definendone ambiti di applicazione, soggetti coinvolti, durata, limiti numerici per l'inserimento dei tirocinanti e modalità di attuazione dei progetti formativi, indennità di partecipazione.


Tipologie di tirocini normate dalle disposizioni regionali

  • Tirocini estivi di orientamento: vengono promossi dagli Istituti di Istruzione e Formazione Professionale presso i loro allievi durante le vacanze estive. Lo scopo è orientare e formare lo studente attraverso l'addestramento pratico sul luogo di lavoro, in coerenza con il percorso formativo.
Tirocinanti: studenti regolarmente iscritti ad un ciclo di studi di istruzione secondaria di secondo grado o di formazione professionale

Soggetti promotori:
- Servizi per l’Impiego delle Province
- Organismi di formazione professionale accreditati (limitatamente ai propri studenti)
- Istituzioni scolastiche di secondo grado statali e paritarie (limitatamente ai propri studenti)

Durata: massimo 3 mesi proroghe comprese. E' possibile ripetere il tirocinio l’anno successivo

 

  • Tirocinio formativo e di orientamento: sono i tirocini avviati entro 12 mesi dal conseguimento di un titolo di studio o di formazione professionale. Sono finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità nella fase di transizione dalla scuola al lavoro.

Tirocinanti: persone neo qualificate, neo diplomate, neo laureate, neo dottorate

Soggetti promotori:
- Servizi per l’Impiego delle Province
- Servizi per il lavoro
- Organismi di formazione professionale accreditati
- Università

Durata: da 2 a massimo 6 mesi, proroghe comprese.  Il tirocinio è unico e non ripetibile.


  • Tirocinio di inserimento e reinserimento lavorativo: sono i tirocini finalizzati ad agevolare l’inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro di lavoratori disoccupati, inoccupati e/o appartenenti a specifiche categorie di soggetti.

Tirocinanti e durata:
- Disoccupati / Inoccupati:  massimo  6 mesi proroghe comprese
- Disabili: massimo 18 mesi, proroghe comprese (elevabili a 24 mesi per soggetti art.11 L.68/99)
- Soggetti in condizione di svantaggio: massimo 12 mesi, prorogabili fino a 18
- Categorie particolari di persone svantaggiate: massimo 9 mesi, proroghe comprese

Soggetti promotori:
- Servizi per l’Impiego delle Province
- Servizi per il lavoro, solo quando il tirocinio è previsto in un Piano di Azione Individuale
- Organismi di formazione professionale accreditati (ex allievi)
- Università
- ULSS, solo se il tirocinio è all’interno di un percorso terapeutico e/o riabilitativo
- Le cooperative sociali di tipo A iscritte nell’albo regionale delle cooperative sociali, solo se il tirocinio è all’interno di percorsi di inserimento/reinserimento sociale e lavorativo


Alcune definizioni

Soggetto promotore: il soggetto che promuove l’esperienza di tirocinio progettando i contenuti, lo svolgimento, assumendo la responsabilità della qualità e della regolarità dell’iniziativa;

Soggetto ospitante: tutti i datori di lavoro pubblici e privati, liberi professionisti e piccoli imprenditori senza dipendenti presso i quali si svolge il tirocinio;

Tutor aziendale
: lavoratore esperto, con competenze professionali in grado di garantire il buon esito del tirocinio, indicato dal datore di lavoro con il compito di affiancare il tirocinante nello svolgimento dell’esperienza di tirocinio;

Tutor didattico-organizzativo
: la persona individuata dal soggetto promotore con il compito di definire il progetto formativo e supportarne la realizzazione;

Progetto formativo: il progetto che delinea il percorso formativo del soggetto durante il periodo di tirocinio. Deve contenere i dati del tirocinante e del soggetto ospitante, sede, durata e orari del tirocinio. Deve altresì contenere i riferimenti dei tutor aziendale e didattico da affiancare alla persona, nonchè le finalità, gli obiettivi, le attività previste per l'acquisizione delle specifiche competenze, facilitazioni (buoni pasto, rimbordso spese, ecc.) .

Libretto formativo: libretto personale del lavoratore che raccoglie le competenze acquisite durante la formazione formale, non formale e informale secondo gli indirizzi dell’Unione europea in materia di apprendimento permanente, purché riconosciute e certificate;

Attestazione delle competenze: documento che individua le competenze acquisite al termine del tirocinio.

 

Fonte: www.regione.veneto.it

per approfondire

Allegato A alla Dgr n. 337 del 06 marzo 2012

Allegato A alla Dgr. n. 1324 del 23.07.2013